Mattarella ricorda le vittime: “Bergamo cuore di Italia ferita e che ha pianto, paese si inchina”

Il capo dello Stato Sergio Mattarella si è recato al cimitero monumentale di Bergamo per partecipare alla commemorazione dei seimila morti per coronavirus a a Bergamo e provincia. È stato accolto dal presidente della Regione Attilio Fontana e dal sindaco Giorgio Gori. Il capo dello Stato ha deposto una corona sulla lapide in onore delle vittime, sulla quale è incisa una preghiera in poesia di Ernesto Olivero, fondatore del Sermig.

L’orchestra ha eseguito l’inno di Mameli con tutti i musicisti posizionati a un metro di distanza l’uno dall’altro e con la mascherina. La commemorazione è proseguita con la Messa da Requiem di Gaetano Donizetti. Ad assistere al concerto 243 sindaci di tutto il Bergamasco, i  rappresentanti degli operatori sanitari e alcuni famigliari delle  vittime, un pubblico ristretto per via delle misure di sicurezza.

Lascia un commento