Strage di animali in Australia, gli incendi uccidono mezzo milione di esemplari

0

Gli incendi che imperversano in Australia in questi giorni a causa del forte caldo hanno già ucciso almeno mezzo milione di animali. Una vera e propria strage a cui il mondo sta assistendo inerme.

Sono gli ecologi dell’Università di Sydney a quantificare i danni causati dai roghi all’ecosistema fragile dell’Australia e le prime stime sono impressionanti. Il rischio è vedere trasformare le gli ecosistemi australiani in veri e propri deserti a causa degli innumerevoli incendi che stanno distruggendo il Paese.

L’effettivo impatto dei roghi sulle foreste e sulla fauna non è ancora chiaro, un gruppo di ecologi dell’università di Sydney ha però provato a stimare il numero di animali uccisi direttamente o indirettamente dalle fiamme, i numeri sono spaventosi.

Molti sono gli animali morti inghiottiti dalle fiamme ma tanti sono quelli fuggiti che non hanno più un habitat in cui vivere e sono quindi destinati anch’essi a morte certa.

Secondo i ricercatori è stato quantificato che negli incendi iniziati a settembre nel Queensland e del Nuovo Galles del Sud, sono morti almeno 485 milioni di animali. Una strage di canguri, opossum, vombati. E le stime non tengono conto degli invertebrati ma solo dei  mammiferi.

Gli animali maggiormente colpiti dalla strage sono i koala. L’Australia in seguito agli incendi ha perso quasi un terzo dell’intera popolazione di Koala presente dello Stato del Nuobo Galles del Sud. Circa l’80% del loro habitat è, inoltre, andato distrutto.

Da cosa sono causati gli incendi dell’Australia? Il caldo record che imperversa sull’Oceania è uno dei fattori che influenza la propagazione delle fiamme ma è certamente la mani dell’uomo l’artefice di questa ecatombe. Un danno incalcolabile non solo per l’Australia ma per l’intero pianeta. Le temperature altissime che sono state toccate nel corso delle ultime settimane sarebbero dovute, secondo gli esperti, ai cambiamenti climatici. Solitamente queste sono zone umide in cui difficilmente imperversano gli incendi. Intanto la strage di animali continua.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Il sito utilizza cookie di profilazione per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento del sito acconsenti all"uso dei cookie ACCETTO più info

Politica sui Cookie